Type and press Enter.

Kering S.A presents his EP&L: the enviromental impact tool for sustainable luxury.

Kering lancia l’EP & L digitale e un hackathon per promuovere una maggiore trasparenza e innovazione nella sostenibilità

In occasione della Giornata Mondiale per l’Ambiente, Kering S.A. – la società di Parigi che raggruppa brand di lusso, tra i quali Gucci, Saint Laurent, Balenciaga, Alexander McQueen, Bottega Veneta, Boucheron, Brioni, Pomellato, etc. – ha divulgato il suo Enviromental Profit & Loss (EP&L), uno strumento innovativo sviluppato per misurare l’impatto delle sue attività sull’ambiente.

L’EP&L consente di misurare i fattori di consumo della propria produzione, come il consumo di acqua, le emissioni di anidride carbonica, l’inquinamento idrico e atmosferico, lo sfruttamento del territorio e la produzione di rifiuti.

Praticamente è in grado di quantificare l’impatto ambientale delle attività del Gruppo, fornendo un dato certo, visibile e comparabile. 

Confrontando i fattori ambientali con la catena di produzione aziendale è possibile stabilire l’entità degli impatti di produzione, sulla base dei quali si può individuare e costruire un modello di business sostenibile, in grado di gestire i rischi per il futuro. Da queste stime si deduce il cd. conto economico ambientale: un bilancio economico in cui viene misurato e monetizzato l’impatto sull’ecosistema derivante dalle attività commerciali di tutta la supply chain, insieme ai costi per la società, avvalendosi dei cd. inventari del ciclo di vita e degli Standard Kering, pubblicati per la prima volta nel 2018.

I parametri analizzati corrispondono agli effetti derivati da ogni singola operazione del processo di produzione e vendita: vendita al dettaglio, uffici, trasporti, ma solo di Kering, ma anche dei suoi fornitori, dalle materie prime alla produzione. Sono considerate le emissioni di gas serra, il consumo di acqua, l’inquinamento idrico e atmosferico, la generazione di rifiuti, il cambiamento della destinazione d’uso dei terreni.

Lo scorso anno Kering ha pubblicato il suo report interattivo 2018 Group EP&L, mostrando gli impatti ambientali derivanti dalle attività del gruppo e i coefficienti di valutazione. Parliamo di un livello di trasparenza senza precedenti, che consente accesso a tutte le informazioni nel dettaglio e mette a disposizione l’intero know-how di questa iniziativa. Kering ha deciso di condividere questa metodologia con le altre aziende, nel proprio settore e in altri, proprio al fine di incoraggiare un movimento generale a favore di questo approccio.

In concomitanza anche Gucci ha lanciato una versione dedicata di EP & L digitale accessibile su Gucci Equilibrium. È stata la prima casa del gruppo ad adottare l’EP & L digitale di Kering attraverso una versione personalizzata.

L’Hackaton di Parigi 2019

Su quest’ondata, ad ottobre si svolgerà a Parigi un Hackathon di 48 ore. Sarà un evento dalla portata internazionale che riunirà sviluppatori ed esperti che basandosi sui set di dati EP & L lavoreranno per creare una nuova generazione di app e altre soluzioni digitali che garantiscano la trasparenza e la sostenibilità del settore della moda. Merito dell’appMy EP & L” di Kering, che rivela l’impatto dei tipici capi di abbigliamento e aiuta i designer e gli studenti di moda a integrare la sostenibilità all’inizio del processo di progettazione.

L’hackaton si svolgerà come un vero e proprio concorso: una giuria composta da dirigenti di Kering, rappresentanti dei marchi del gruppo e altri esperti esterni selezionerà le tre migliori iniziative e i vincitori riceveranno premi in denaro per un totale di 18.000 euro. Inoltre, la soluzione vincente sarà sviluppata e finanziata da Kering, ed utilizzata all’interno del Gruppo.

“Il nostro Hackathon sfrutterà questi dati per innovare nuove soluzioni tecnologiche, che ci sosterranno indubbiamente nel raggiungimento del nostro obiettivo di riduzione del 40% di EP & L. Spero che ciò incoraggi anche una più ampia adozione degli strumenti risultanti per facilitare la riduzione dell’impatto del lusso e della moda sull’ambiente e sulla biodiversità “.

Marie-Claire Daveu, Chief Sustainability Officer e Head of international affari istituzionali, Kering.

written by Gloria Anedda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

One comment

  1. […] francese, Emmanuel Macron, ad affidare a François-Henri Pinault, presidente e CEO del gruppo Kering, il compito di riunire i big player del settore per rafforzare l’impegno comune nella protezione […]